"Mia figlia Asia, scomparsa a Corinaldo. La vidi a terra: con la sciarpa le feci un cuscino"

Corriere della Sera
-

Era la notte tra il 7 e l'8 dicembre 2018, quando alla discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo, in provincia di Ancona, si consumava una tragedia. Poco prima dell'esibizione del cantante Sfera Ebbasta, l'uso da parte di uno spray urticante nel locale aveva scatenato il panico portando la folla a precipitarsi verso le uscite. Nella calca, persone schiacciate, morti e feriti. Quasi tutti giovanissimi. Tra le vittime di quella sventurata notte c'era anche Asia, 14enne la cui storia viene raccontata oggi dal padre sulle pagine del Corriere della Sera.

Quando sono arrivato davanti alla Lanterna Azzurra avevo già capito, poi ho visto la fila dei cadaveri coperti dalle lenzuola...

Sotto uno di quei tristi veli c'era anche la giovanissima Asia, la cui vita era stata prematuramente spezzata. Papà Luca racconta il momento del riconoscimento del corpo:

L'ho guardata, mi pareva lei ma per un attimo ho dubitato. La morte cambia l'espressione, mistifica, sfigura. Ho dovuto guardare i vestiti per essere sicuro [...] L'avevano appoggiata per terra accanto agli altri ragazzi morti [...] Mi sono tolto la sciarpa, ne ho fatto un cuscino e gliel'ho messo sotto la testa. Non volevo che fosse scomoda.

Asia frequentava il primo anno di liceo linguistico a Senigallia e quella era una delle prime volte che viveva l'emozione di una serata in discoteca. Lo racconta al Corriere Daniela, la mamma della ragazza:

Era da mesi che ci chiedeva di andare a quella festa e quella sera era la seconda volta in vita sua che aveva il permesso di andare a ballare. Ricordo la sua felicità e l'emozione, l'eccitazione. Non tanto per Sfera Ebbasta ma perché quel tipo di serata era un rituale per i ragazzi che si erano appena conosciuti a scuola, una specie di festa di istituto.

Un dolore difficile da gestire, una notizia che lascia increduli: perdere una figlia appena adolescente per una banale festa in discoteca.

Non ha mai visto il video che mostra la calca [...] Non ce la faccio, non...

Continua a leggere su HuffPost