Mibact, una rosa sulla tomba di Raffaello apre celebrazioni 500 anni

Red/Gtu

Roma, 2 gen. (askanews) - Una rosa deposta sulla lapide di Raffaello apre celebrazioni dei 500 anni dalla morte del genio urbinate.

Da oggi e per tutto il 2020 - sottolinea il Mibact- una rosa rossa sulla tomba di Raffaello al Pantheon accompagnerà le celebrazioni per i cinquecento anni dalla sua morte, avvenuta a Roma il 6 aprile 1520, ad appena 37 anni.

Le spoglie del celebre artista, detto l'Urbinate, sono conservate al Pantheon per sua stessa volontà. Nel 1520 il corpo venne sepolto nel monumento romano e sistemato nell'edicola della Madonna del Sasso, opera commissionata dallo stesso Raffaello ed eseguita da Lorenzo Lotti detto Lorenzetto.

Sulla lapide sono impresse le parole dedicategli da Pietro Bembo che, esaltandone la forza creatrice, scrive in latino: "Qui giace Raffaello dal quale, mentre era in vita, la Natura temette di essere vinta e, quando morì, temette di morire anch'essa".

Dal 5 marzo al 2 giugno 2020, alle Scuderie del Quirinale a Roma, una grande mostra monografica rappresenterà l'evento di punta del programma approvato dal Comitato nazionale istituito nel gennaio 2018 dal ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini, e presieduto da Antonio Paolucci.