Miceli (Pd): squallida provocazione Zaia contro Sud, disperati

Pol/Arc

Roma, 10 set. (askanews) - "Il tentativo del presidente del Veneto Zaia di mettere il Nord contro il Sud rappresenta solo una squallida provocazione, segno della disperazione che serpeggia nella Lega dopo che Salvini ha gettato alle ortiche il loro stesso governo. Il fuoco preventivo di Zaia contro il nuovo esecutivo non serve certamente a tutelare gli interessi dei cittadini della sua regione, ma risponde solo a logiche di propaganda". Lo dichiara il deputato del Partito democratico Carmelo Miceli.

"L'Italia è unita - prosegue Miceli - e parlare di Pil prodotto solo al Nord non ha senso. Zaia alza i toni perché vuole soffiare il posto a Salvini, il Sud non c'entra nulla".