Michaela Biancofiore lascia Forza Italia: “Diventati come i grillini”

michaela-biancofiore

Dopo ben 26 anni trascorsi tra le fila del partito, Michaela Biancofiore ha annunciato il suo addio a Forza Italia nella giornata del 24 dicembre. La deputata bolzanina, storica esponente di Forza Italia in Trentino-Alto Adige, ha infatti duramente criticato i recenti sviluppi del partito, accusando di non essere più quello di un tempo e di essere diventato un’imitazione del M5s. La Biancofiore ha contestualmente annunciato la sua adesione al Gruppo Misto della Camera.

Michaela Biancofiore lascia Forza Italia

Ex sottosegretario alla Pubblica Amministrazione durante il governo Letta, Michaela Biancofiore ha dichiarato di aver lasciato il partito fondato da Silvio Berlusconi: “Con la morte nel cuore, ma anche liberata. La Forza Italia nella quale sono nata e cresciuta, non esiste più”. La Biancofiore, che si era iscritta al partito nel lontano 1994, era da sempre una delle fedelissime dell’ex Premier.

La deputata ha inoltre criticato al partito l’essere ormai diventato come il M5s, a suo dire capace solo di sfruttare i suoi membri fino a che rimangono utili alla causa per poi abbandonarli senza troppi complimenti: “Siamo diventati come i grillini, uno vale uno senza distinguo, senza storia, senza rispetto per le persone”.

I recenti screzi nel partito

L’addio di Michaela Biancofiore, che verrà ufficializzato nella giornata del 25 dicembre, è tuttavia solo l’atto finale di una lunga polemica interna iniziata nel 2016. Fu all’epoca infatti che la deputata azzurra entrò in rotta con Silvio Berlusconi dopo che alle elezioni comunali di Bolzano non aveva sostenuto il suo candidato ma quello di Elisabetta Gardini. Negli ultimi mesi, la Biancofiore era inoltre stata sostituita come coordinatrice regionale di Forza Italia per il Trentino-Alto Adige da una persona che – a suo dire – non avrebbe mai fatto nulla per il partito.