Michele Merlo, la denuncia dei famigliari: “Accusato di aver fatto uso di droga”

·1 minuto per la lettura
Michele Merlo
Michele Merlo

Ci sono ancora “troppe ombre” che caratterizzano la morte di Michele Merlo, ex allievo della scuola di Amici di Maria De Filippi spentosi a soli 28 anni a seguito di una leucemia fulminante. I suoi genitori hanno presentato un esposto, a seguito del quale il procuratore capo Giuseppe Amato ha aperto un’inchiesta con l’ipotesi di omicidio colposo, per ora senza indagati. Nelle prossime ore è peraltro atteso il conferimento dell’incarico al medico legale per l’autopsia.

Michele Merlo: i genitori chiedono chiarezza

“Mio figlio è stato respinto dall’ospedale di Vergato e accusato di aver fatto uso di droghe“, ha gridato con estremo dolore il signor Domenico Merlo. La tragedia, ancora tutta da ricostruire, è purtroppo avvenuta in maniera fulminea, lasciando attoniti amici, fan e parenti del giovane cantautore vicentino.

Domenico e la moglie Katia, come detto, hanno depositato un corposo esposto dove “viene chiesto l’intervento dell’autorità giudiziaria”. I carabinieri del Nas hanno intanto sequestrato la cartella clinica del musicista presso l’ospedale maggiore di Bologna, insieme alla documentazione del pronto soccorso di Vergato. “Vogliamo sapere quel che è successo nei giorni e nelle ore precedenti al ricovero nella rianimazione del Maggiore. Verificare se vi siano stati errori od omissioni che abbiano determinato irreversibilmente la sorte di Michele”, ha sottolineato ancora il padre. La triste vicenda sta intanto scatenando durissime reazioni anche dal punto di vista politico.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli