De Micheli: da conferenza donne Dem parta un cambiamento radicale

Rea

Roma, 26 giu. (askanews) - "Sono le donne ad aver sopportato il carico pi pesante della drammatica crisi sanitaria e sociale che abbiamo affrontato nelle settimane passate. Se non ci fossero state le donne con la loro attenzione verso la cura, il senso pratico e anche la razionalit, non avremmo superato questo periodo durissimo ed inedito, con tante convenzioni che sono saltate". Lo scrive su 'Immagina' la ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli in una lunga riflessione, alla vigilia della Conferenza delle Democratiche.

Partendo da questa consapevolezza, l'appuntamento previsto domani con la convocazione della Conferenza nazionale delle Democratiche, deve essere uno stimolo per immaginare "strumenti all'altezza per trasformare la potenza delle donne e per farla emergere in maniera compiuta, anche attraverso un linguaggio nuovo, tradurla nella concretezza delle scelte, nello spostamento degli equilibri nella societ. Penso a strumenti aggiuntivi anche nelle politiche pubbliche come la reale valutazione dell'impatto di genere non solo a consuntivo, ma preventivamente e come criterio di decisione".

Per De Micheli, l'appuntamento dem "sar tanto pi efficace quanto pi saremo capaci di agire nella societ e nelle istituzioni. C' bisogno di un lavoro profondo e la Conferenza pu diventare lo strumento di realizzazione di un nuovo modello sociale. Il tempo delle donne ora, pi che mai".