De Micheli: nel Pd serve pluralismo, Calenda deve restare dentro

Pat

Bologna, 30 ago. (askanews) - "Io sono stata dentro" il Partito democratico "anche quando non ho condiviso delle scelte umane non politiche molto dolorose". E' per questo motivo che la vicesegretaria del Pd, Paola De Micheli, ha chiesto a Carlo Calenda di restare dentro il partito, perché "noi abbiamo bisogno esattamente di questo pluralismo".

"Credo che una persona intelligente e capace come Carlo - ha spiegato De Micheli nel dibattito con Calenda - invece di tagliare in maniera così netta il rapporto col partito se prende una decisione diversa rispetto ai suoi 'desiderata' dovrebbe stare dentro a questa comunità per continuare ad essere pungolo e stimolo, per continuare ad aiutarci, per evitarci qualche sciocchezza magari su qualche dossier importante di cui lui è molto più esperto di tanti di noi, in una condizione per lui più faticosa di altri". (segue)