Mick Jagger stregato dalla Sicilia

·1 minuto per la lettura

AGI - Stregato dalla Sicilia, Mick Jagger, fondatore e frontman dei leggendari Rolling Stones, continua il suo giro per l'Isola, disorientando fan e giornalisti che arrivano quando lui si è già dileguato.

Prima Palazzo dei Normanni, con la sua Cappella Palatina da sogno, poi la storica e suggestiva piazza Marina che si affaccia sul mare del Foro Italico, quindi Palazzo Butera, il complesso monumentale nel quartiere storico della Kalsa con la sua 'Passeggiata delle Cattive'. 

Domenica è stato visto a Monreale, incantato dalla cattedrale e dai mosaici bizantini, dall'imponente Cristo benedicente, con la scritta in greco "Jesu's Cristo's o pantocrator".

Il carisma selvaggio di Jagger è stato 'catturato' anche dall'organo a canne del duomo, ha chiesto di vederlo e di sentirlo: sei tastiere di 61 note ciascuna e pedaliera concavo-radiale di 32 note e 195 placchette a bilico per i registri.

Sul lato opposto una seconda consolle, con due tastiere di 61 note ciascuna e pedaliera concavo-radiale di 32 note, che comanda il corpo situato dietro all'altare. Infine, la firma nel libro della diocesi. E via, forse per un'altra tappa a sorpresa.