“Microchip temporale”, i Subsonica riscrivono la loro storia

“Microchip temporale”, i Subsonica riscrivono la loro storia

Milano, 19 nov. (askanews) – Da “Microchip emozionale” a “Microchip temporale”. Il nuovo album dei Subsonica (in uscita il 22 novembre) regala un viaggio nel tempo e dà nuova vita un disco che 20 anni fa segnò un’epoca. Non un tributo all’album che decretò il successo della band torinese nel 1999, ha spiegato Samuel, ma la ricerca di nuove prospettive, grazie alla collaborazione con 14 giovani artisti: da Achille Lauro (Il mio d.j) a Coma Cose (Aurora sogna), da Miss Keta (Depre) a Lo stato sociale (Liberi tutti).

“Per noi era importante riuscire a guardare questi 20 anni di storia, in cui questo disco ne è l’architrave, riuscire a vederlo con gli occhi di chi fa musica, di chi sta aggiornando la musica oggi – ha spiegato il cantante e fondatore del gruppo – il farlo a noi ha dato la possibilità di riguardarci per la prima volta nella nostra storia”.

“Abbiamo incoraggiato tutti quanti non a venire a celebrare le canzoni offrendo la loro voce, abbiamo invitato a riscrivere i testi, abbiamo creato spazi appositi per avere il carettere non solo la vocalità del contributo”, ha aggiunto Max Casacci.

Una sorta di passaggio generazionale, affidato ad artisti che per la maggior parte hanno l’età che avevano i Subsonica ai tempi di “Microchip emozionale”. Ma come spiegare cosa significò quell’album a un 20enne di adesso?

“Quel disco ha parlato ai ventenni, è stato il modo di decodificare la realtà e il mondo musicale sooprattutto con codici nuovi – ha ricordato Samuel – Noi siamo stati uno dei gruppi che ha dato la chiave di lettura agli adolescenti di quel periodo per poter appassionarsi di musica italiana”.

Musica che dopo 20 anni ancora farà ballare quegli ex adolescenti, e non solo, in un tour nei club al via in primavera, (si parte da Padova il 5 marzo) in cui sono previsti molti ospiti sul palco.

I live: 5 marzo 2020 a Padova, Hall; 6 marzo a Nonantola (MO), Vox; 7 marzo, Trezzo Sull’Adda (MI), Live Club, 11 marzo 2020 a Perugia, Afterlife; 12 marzo a Firenze, Tuscany Hall; 14 marzo, Venaria Reale (TO), Teatro della Concordia; 19 marzo a Napoli, Common Ground; 20 marzo a Mosciano Stazione (TE), Pin Up;

21 marzo a Modugno (BA), Demodè Club; 25 marzo a Roma, Atlantico; 28 marzo a Pordenone, Fiera, Padiglione 5; 3 aprile a Senigallia (AN), Mamamia; 8 aprile a Milano, Alcatraz.