Microsoft, Bill Gates si dimette dal consiglio di amministrazione

Bill Gates

Bill Gates ha deciso di dimettersi dal consiglio di amministrazione di Microsoft per poter dedicare il suo tempo alle attività filantropiche. In particolare desidera concentrarsi sulla salute e lo sviluppo globale, oltre che l’istruzione e la lotta al cambiamento climatico.

Bill Gates lascia il Cda di Microsoft

A soli 20 anni Bill Gates fondò insieme al suo amico d’infanzia, Paul Allen, scomparso nel 2018, la società ad Albuquerque. Nel 1980 Microsoft firmò un accordo con IBM per costruire il sistema operativo in seguito conosciuto come MS-DOS. Quotata in Borsa nel 1986, nel giro di un anno Bill Gates, a 31 anni, divenne il più giovane miliardario self-made.

Come si evince dal sito della Bbc, però, Bill Gates, cofondatore di Microsoft nel 1975 con Paul Allen, ha deciso di lasciare il consiglio di amministrazione di Microsoft. Ma non solo, colui che secondo Forbes è il secondo uomo più ricco al mondo, ha anche deciso di lasciare il consiglio di amministrazione della holding di Warren Buffett, Berkshire Hathaway. Bill Gates, che era cofondatore, presidente e amministratore delegato, ha man mano lasciato i propri incarichi, per poi dimettersi nel 2018 dal ruolo di direttore.

Sempre in base a quanto si evince dalla Bbc, Gates avrebbe affermato che “sarà sempre una parte importante del lavoro della mia vita” e che pertanto continuerà ad essere impegnato con la sua leadership. Per poi aggiungere: “Non vedo l’ora che questa prossima fase sia un’opportunità per mantenere le amicizie e le partnership che hanno significato di più per me, continuare a contribuire a due aziende di cui sono incredibilmente orgoglioso, e dare efficacemente priorità al mio impegno per affrontare alcune delle sfide più difficili del mondo”.