Microsoft lancia “Ai Hub” col piano di rilancio Ambizione Italia

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 22 gen. (askanews) - Microsoft lancia il progetto Ai Hub. Lo comunica la società dopo aver presentato questa "iniziativa di ecosistema volta a mettere a fattor comune l'expertise di partner nazionali qualificati per aiutare le realtà italiane a cogliere i vantaggi dell'intelligenza artificiale e per accelerare lo sviluppo di progetti sperimentali in risposta alle esigenze di diversi settori industriali".

Parte di Ambizione Italia #DigitalRestart, il più ampio piano quinquennale di Microsoft da 1,5 miliardi di dollari di investimento in tecnologie e formazione a supporto della trasformazione digitale del paese e della creazione della prima Region Datacenter, "il nuovo centro virtuale di competenze ha l'obiettivo di fare sistema tra player della filiera Ict e aziende italiane promuovendo uno stimolante scambio con startup, università, centri di ricerca e istituzioni sul fronte Ai".

Due le vocazioni primarie: da un lato "la rapida prototipazione di progetti di Ai in grado di supportare la competitività delle aziende per la ripresa, dall'altro la formazione di professionisti per diffondere le competenze digitali necessarie all'innovazione in Italia". L'Ai può "contribuire concretamente alla crescita del paese nell'immediato e in un orizzonte di lungo periodo: l'aumento del fatturato delle aziende che adotteranno tecnologie di Ai sarà di quasi tre punti percentuali più alto rispetto alla media delle aziende del settore e l'impatto dell'Ai sarà pari a 570 miliardi di fatturato al 2030".

"Quello dell'intelligenza artificiale - spiega l'amministratore delegato di Microsoft Italia, Silvia Candiani - è un comparto in crescita, che secondo Idc supererà i 300 miliardi di ricavi a livello globale nel 2024. L'Italia ha buone potenzialità, dal momento che l'indice i-Com sul grado di sviluppo dell'Ai la vede in 13esima posizione su 27 Stati Ue, non lontano dalla Germania. Per cogliere questa opportunità, occorre fare di più aiutando le imprese ad avvicinarsi all'artificial intelligence e a sviluppare progetti d'impatto reale facilmente replicabili nei settori chiave dell'economia italiana, contribuendo a un circolo virtuoso di rilancio".

"Per questo - aggiunge Candiani - anche l'Ai è al centro del nostro impegno con il piano Ambizione Italia #DigitalRestart, che a soli otto mesi dal lancio ci ha già visto collaborare con aziende e istituzioni per dare avvio a molte iniziative volte a contribuire alla trasformazione digitale del paese, dall'Alleanza per lo smartworking all'Alleanza per la sostenibilità, dal supporto alle Pmi alla formazione digitale agli studenti".