Midterm Usa, democratici vincono in tre Stati cruciali per "blue wall"

Il governatore repubblicano DeSantis organizza una festa notturna per le elezioni di metà mandato del 2022 a Tampa, in Florida.

(Reuters) - I democratici hanno vinto le elezioni nella corsa alla carica di governatore in Michigan, Pennsylvania e Wisconsin, i cosiddetti Stati del "blue wall", consentendo loro di difendersi dalle legislature statali dominate dai repubblicani su questioni come i diritti all'aborto e elezioni regolari.

Sono stati riconfermati governatori i democratici Gretchen Whitmer del Michigan e Tony Evers del Wisconsin, mentre Josh Shapiro è succeduto al governatore democratico uscente della Pennsylvania, secondo le proiezioni di Edison Research.

I tre Stati hanno costituito un "muro blu" che ha aiutato il presidente Joe Biden a sconfiggere Donald Trump nel 2020, quando i rappresentanti repubblicani avevano cercato di ribaltare i risultati.

In tutti e tre gli Stati i repubblicani hanno il controllo delle legislature, il che rende la carica di governatore cruciale per poter porre veti alla legislazione.

A livello nazionale, oggi si sono tenute 36 elezioni di midterm per il posto di governatore negli Stati Uniti, con il futuro dei diritti all'aborto e la supervisione su elezioni regolari tra le questioni a rischio nella corsa in tutto il Paese.

I democratici risultavano in vantaggio di due seggi netti, mentre restano ancora da decidere altre sfide molto serrate sulla costa occidentale. Tuttavia, i repubblicani in carica hanno ottenuto vittorie importanti in Stati come la Florida, la Georgia e il Texas, secondo le proiezioni di Edison Research.

L'elevata posta in gioco ha portato più denaro e attenzione sulle competizioni a livello statale, che spesso vengono messe in secondo piano dalla gara per il controllo del Congresso durante le elezioni di metà mandato.

In Pennsylvania, Shapiro ha sconfitto il negazionista repubblicano Doug Mastriano, in uno Stato in cui il governatore nomina il funzionario che supervisiona le elezioni.

Mastriano ha fatto eco alle false affermazioni di Trump sui brogli elettorali ed era presente a Capitol Hill il 6 gennaio 2021 - giorno di un terribile assalto al Campidoglio statunitense - per protestare contro i risultati delle elezioni presidenziali del 2020.

Mastriano ha detto ai sostenitori che avrebbe rispettato i risultati delle elezioni, ma che c'erano troppi voti in sospeso e che voleva vedere "cosa avessero da dire gli elettori".

In Michigan, la governatrice democratica Gretchen Whitmer ha vinto un secondo mandato, dopo aver portato avanti una difficile campagna elettorale sui diritti all'aborto dopo che la Corte Suprema degli Stati Uniti ha annullato il diritto costituzionale all'aborto. Il suo avversario appoggiato da Trump, il commentatore Tudor Dixon, ha sostenuto un divieto quasi totale dell'aborto, anche nei casi di minori vittime di stupro e incesto.

Il governatore democratico del Wisconsin, Tony Evers, ha difeso per un soffio il seggio contro il magnate dell'edilizia repubblicano Tim Michels, che aveva falsamente affermato che Trump aveva vinto le elezioni del 2020.

Michels aveva promesso, se eletto, di far rispettare un divieto di aborto del XIX secolo che Evers ha impugnato in tribunale.

VITTORIE DEMOCRATICHE

I democratici hanno conquistato i governatorati in Massachusetts e Maryland con candidati che hanno fatto la storia.

La procuratrice generale democratica del Massachusetts Maura Healey è diventata la prima donna a salire alla più alta carica dello Stato e sarà anche la prima governatrice apertamente gay del Paese.

Un'altro muro è stato sfondato nel Maryland, dove il democratico Wes Moore è diventato il primo candidato afroamericano a vincere le elezioni per la carica di governatore.

È stata una serata importante per le donne di entrambi i partiti, dato che un numero record di donne ricoprirà il ruolo di governatore al momento del giuramento. Potrebbero esserci fino a 12 donne governatrici, rispetto al record attuale di nove.

Nello Stato di New York, dove i repubblicani hanno vinto per l'ultima volta 20 anni fa, la governatrice democratica Kathy Hochul è sopravvissuta alla sfida con il repubblicano Lee Zeldin, che ha fatto un'intensa campagna elettorale sul tema della criminalità. Hochul, ex vicegovernatore salito al potere dopo le dimissioni dell'ex governatore Andrew Cuomo, è diventata la prima donna eletta alla carica di New York.

La repubblicana Sarah Huckabee Sanders, che è stata addetta stampa di Trump alla Casa Bianca, è stata eletta prima donna governatore dell'Arkansas.

In Georgia, invece, la democratica Stacey Abrams si è imposta sul governatore repubblicano Brian Kemp in una rivincita della gara del 2018. La forte corsa di Abrams quattro anni fa l'ha resa una star dei democratici a livello nazionale, ma Kemp era in vantaggio di quasi 8 punti percentuali con il 96% dei voti scrutinati.

In Texas, il governatore repubblicano Greg Abbott ha vinto un terzo mandato contro lo sfidante democratico Beto O'Rourke, ex deputato degli Stati Uniti che è diventato una figura democratica a livello nazionale dopo aver perso per un soffio la corsa al Senato quattro anni fa e aver corso per la nomination presidenziale democratica del 2020.

Il governatore della Florida Ron DeSantis ha ottenuto la rielezione, sconfiggendo il rivale democratico Charlie Crist di quasi 20 punti percentuali con il 98% dei voti scrutinati.

DeSantis, 44 anni, dovrebbe tentare la nomination presidenziale repubblicana nel 2024. Questa probabilità ha attirato le ire di Trump, 76 anni, che lo ha soprannominato "Ron De-Sanctimonious".

Trump ha anticipato che farà un annuncio importante martedì prossimo, nel quale si prevede che dichiarerà la propria candidatura.

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Stefano Bernabei)