Migliaia di fiori per la moglie cieca, la storia del signor Kuroki

fiori-moglie-cieca

Arriva dal Giappone una commovente storia di come l’amore possa superare ogni tipo di disabilità. Nel corso degli ultimi anni un uomo ha piantato migliaia di fiori per la moglie cieca, in modo che la loro fragranza potesse restituirle la felicità perduta con la malattia. Protagonisti di questa storia sono i coniugi Kuroki, sposati dal 1956 e residenti nella loro fattoria di Shintomi, nella prefettura di Miyazaki.

I fiori per la moglie cieca

I coniugi Kuroki hanno vissuto per tutta la vita nella loro modesta fattoria, tanto da celebravi persino il loro matrimonio ormai trent’anni fa. Con l’avvicinarsi della pensione e dopo una vita di duro lavoro, la coppia stava già pensando a come avrebbero potuto trascorrere la loro vecchiaia, ma un triste avvenimento sconvolse i loro piani. All’età di 52 anni infatti, la signora Kuroki divenne completamente cieca a causa del diabete. Un colpo durissimo che la portò a rinchiudersi in casa distrutta dalla depressione.

fiori-giappone

Preoccupato per lo stato della moglie, il signor Kuroki era deciso a non farle vivere nella tristezza e nell’oscurità gli ultimi anni della sua vita. Fu così che un giorno notò come i passanti si fermassero spesso ad osservare il suo piccolo giardino coltivato a fiori rosa shibazakura, noto anche come muschio rosa. A quel punto all’uomo venne l’idea: se la moglie non avrebbe più potuto vedere il mondo allora lo avrebbe percepito tramite l’odore.

Oltre 7mila visitatori al giorno

Nel corso degli anni, il signor Kuroki iniziò ad ingrandire il proprio giardino piantando migliaia di altri fiori, dando così vita ad uno spettacolo floreale che attira visitatori e curiosi da tutto il Paese. Il Giappone è infatti storicamente molto rinomato per le straordinarie fioriture primaverili dei ciliegi e in generale per l’arte floreale tradizionale da cui sono emerse tecniche come l’Ikebana.

fiori-giappone2

Ad oggi il giardino dei coniugi Kuroki attira più di 7mila visitatori al giorno, in particolare nel periodo delle fioritura di marzo e aprile. La loro fattoria è nel frattempo diventata una sorta di museo, con le foto della loro storia d’amore disposte con cura nella stalla. Ora la signora Kuroki non è più vittima della propria cecità, ma anzi vive la suo nuova vita con spensieratezza e gioia, intrattenendosi con gli ospiti e ricambiando ogni giorno l’amore di suo marito.