Migliora la situazione nel Siracusano dopo il passaggio del ciclone Apollo

·2 minuto per la lettura

AGI - Sono state riaperte le strade a Siracusa dopo che nella giornata di venerdì erano state interdette al traffico perché completamente allagate dal maltempo. L'unica ad essere ancora inaccessibile è via Ascari, nella zona del circuito di Siracusa, che, essendo in un avvallamento è ancora coperta di acqua.

Le strade provinciali, soprattutto quelle tra Siracusa e la zona montana, che sotto i colpi del ciclone Apollo erano rimaste sommerse da fango e detriti, sono adesso percorribili. "La situazione sta migliorando - racconta all'AGI il sindaco di Ferla, Michele Giansiracusa - e le strade sono meno pericolose rispetto alla giornata di ieri. Qualche problema potrebbe esserci sulle Provinciali 10, 40 e 45 ma di lieve entità".

Allerta ciclone mediterraneo in Sicilia.

Tra mercoledì e giovedì rischio pioggia e forte vento con picchi di 130 km/h sopratutto tra: Catania, Siracusa e Ragusa. Prestare massima attenzione ⚠️ e rimanere sempre aggiornati con le previsioni. #sicilia #news #meteo #maltempo pic.twitter.com/GRy1Ef8MCX

— Brymeteo (@brymeteo) October 25, 2021

Venerdì sono stati chiusi due tratti della Siracusa-Catania, uno all'altezza di Cava Sorciaro, l'altro in prossimità di Augusta. "Si stanno completando gli ultimi interventi, sia in direzione Catania che Siracusa - fanno sapere all'AGI dalla Prefettura di Siracusa - per cui tra poco i tratti interessati saranno riaperti".

Si era temuto il peggio sul tratto tra Priolo e Siracusa per via della presenza della zona industriale, considerato il numero di persone che vi lavorano. "Abbiamo chiesto ed ottenuto dalle imprese di ridurre il carico di lavoro per evitare di mettere in pericolo l'incolumità dei dipendenti", spiega all'AGI il sindaco di Priolo, Pippo Gianni. Permane, comunque, l'allerta rossa, diramata dalla Protezione civile fino alle 24 di stasera.

Restano chiuse le scuole e centri commerciali, le attività mercatali, gli impianti sportivi pubblici e privati ed il cimitero. Chiusura a Siracusa anche delle aree archeologiche, come il Parco della Neapolis, il Castello Maniace 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli