I migliori whisky giapponesi

webinfo@adnkronos.com
·5 minuto per la lettura

ROMA, 24/11/2020 - I whisky giapponesi sono un vero punto di riferimento per tutti gli appassionati, non a caso vincitori di parecchi riconoscimenti ai Whisky Magazine’s Award. Sono in molti a ritenere che, dal punto di vista della qualità, ormai i whisky giapponesi non abbiano niente da invidiare a quelli scozzesi, e anzi in molti casi li abbiano perfino superati. Al momento sono i migliori al mondo? Difficile dirlo, ma quel che è certo è che sono molto apprezzati. Ma quali sono le bottiglie migliori su cui vale la pena di puntare?

Il Coffey Malt Whisky di Nikka

Il Coffey Malt Whisky di Nikka contempla una distillazione effettuata in due colonne separate: una si chiama Rectifier e l’altra Analyzer. A ideare questo sistema, che risale alla prima metà del XIX secolo, è stato Aeneas Coffey, un irlandese. Questo whisky è uno dei più dolci e aromatici tra quelli che vengono proposti da Nikka. La sua gradazione alcolica non è troppo elevata, visto che si aggira sui 45 gradi. Chi ha in mente di degustare un whisky nipponico ma non ha intenzione di spendere cifre esagerate può trovare in questo prodotto la risposta alle proprie esigenze. Caratterizzato da una tonalità cromatica ambrata che per certi aspetti rievoca il caramello, il Coffey Malt Whisky di Nikka ha il difetto di essere privo di una confezione dedicata, e quindi non può essere scelto come regalo. Ciò non toglie che il brand sia capace di assicurare una qualità straordinaria, con un gusto facilmente percepibile; in più non c’è bisogno di essere esperti per apprezzare le sue note dolci.

Il Whisky Akashi Blended 500 ml

Un altro dei migliori whisky giapponesi che non ci si può lasciar scappare se si è innamorati di questo prodotto è l’Akashi Blended che viene proposto da White Oak Distillery. La bottiglia viene fornita all’interno di una scatola minimalista, il che rappresenta un vantaggio notevole, visto che permette di limitare i costi senza abbassare la resa estetica. La bottiglia è da 500 ml, e ciò si traduce in una quantità inferiore rispetto alla norma. D’altra parte si sta parlando di una distilleria che, di anno in anno, produce una quantità di scorte limitata. È noto, infatti, che gli alambicchi che consentono di produrre la bevanda rimangono in funzione appena per un mese all’anno. Il miele e i cereali rappresentano le note aromatiche che possono essere percepite con più facilità, anche da un non esperto o da una persona con un palato non molto allenato, complice la gradazione alcolica che non supera il 40%. Si tratta di un whisky che viene realizzato con malti diversi, e per apprezzarlo non serve avere una specifica competenza. Chi in precedenza non ha mai degustato un whisky giapponese, comunque, potrebbe trovare il sapore un po’ strano. Il prodotto, dal punto di vista economico, è molto conveniente: un entry level unico nel suo genere.

Il Nikka Whisky from the Barrel 500 ml

Quasi tutti gli alcolici Nikka vengono distillati secondo la tradizione, con il carbone che viene utilizzato per riscaldare gli alambicchi sul fuoco vivo. Tuttavia tale iter non viene messo in pratica con questo whisky, che non è un torbato. Si tratta, invece, di un blended, vale a dire una miscela costituita da un whisky di grano e due malti puri che arrivano dalle distillerie Nikka. In ogni caso il retrogusto sotto alcuni aspetti può richiamare quello tipico dell’affumicatura. Il Nikka Whisky from the Barrel viene lasciato invecchiare per un paio di anni dentro barili in rovere che vengono utilizzati per il bourbon, anche se questo lasso di tempo non è sufficiente per far sparire il sapore di alcol molto consistente. Quel che è certo è che stiamo parlando di un whisky che fa registrare un buon successo tanto tra i neofiti quanto tra i veri esperti. Il consiglio è di degustarlo con uno o due pezzi di cioccolato fondente, che esaltano le sue note fruttate paragonabili all’albicocca. Degno di nota anche l’odore, delicato e fresco, molto meno pungente rispetto a quello di altri prodotti di Nikka. Il costo è nella media, soprattutto se messo a confronto con altri alcolici dello stesso brand. La bottiglia viene presentata in una confezione elegante di colore nero, e ha una conformazione caratteristica delle fiasche in acciaio del passato.

Lo Yamazaki Distillery Reserve Whisky 700 ml: pro e contro

La lista dei migliori whisky giapponesi deve includere per forza anche il whisky Yamazaki, che di certo non ha un prezzo contenuto. Tuttavia, la cifra che è necessario spendere è ben ripagata dalla qualità di cui si può usufruire. Non a caso si parla della distilleria nipponica più celebre, che presta la massima attenzione anche ai dettagli estetici della confezione. La soluzione ideale per assaggiare la bevanda è rappresentata dall’highball, che nella terra del Sol Levante riscuote un buon apprezzamento perché garantisce un bouquet non troppo intenso e tale da poter essere riconosciuto da tutti, inclusi coloro che non possono contare su un palato allenato. Non troppo corposo, il whisky di Yamazaki si dimostra aromatico all’assaggio: è meglio non attendersi una carica simile a quella dei whisky del Canada o della Scozia perché si potrebbe rimanere delusi. In sintesi: una bevanda da gustare liscia o diluita con la soda, a condizione che si abbia a disposizione il bicchiere apposito. Se il budget è ridotto, però, conviene orientarsi su altre proposte che prevedono un costo più basso e abbordabile. Senza limiti di spesa, invece, ci si può lasciar affascinare da uno dei whisky migliori a livello mondiale.

Dove trovare i migliori whisky giapponesi

I migliori whisky giapponesi possono essere acquistati anche su Internet: per esempio attraverso lo shop online del sito di Aquavitae.shop, dove tutte le spedizioni sono gratuite per gli ordini con importi superiori a 100 euro. Il catalogo mette a disposizione oltre 300 etichette di whisky, ricercati e selezionati con passione e attenzione. I clienti di Aquavitae, così, possono entrare in contatto con whisky di pregio e rari, provenienti dagli imbottigliatori indipendenti e dalle distillerie migliori. Tutte le bottiglie sono conservate con la massima cura all’interno di magazzini termo controllati per garantirne la qualità nel corso del tempo.

Contatti:

Tel.: 06 50911481

E-mail: info@aquavitae.shop