Migrante suicida a Crotone sulla Statale, donna lo salva in extremis

strada-statale-ionica

Tragedia sfiorata a Crotone, dove nella giornata dello scorso 25 luglio sarebbe potuto accadere l’ennesimo caso di migrante suicida. Un ragazzo di 21 anni originario della Nigeria si è infatti sdraiato sull’asfalto della Strada Statale 106 Ionica, che collega Crotone a Isola Capo Rizzuto, nel tentativo di togliersi la vita. Un intento da cui è stato fortunatamente dissuaso da un’automobilista che passava di li in quel momento. La donna si è infatti accostata e ha aiutato il ragazzo a rialzarsi dall’asfalto bollente.

Migrante suicida a Crotone

Stando a quanto riportato da quotidiano locale Crotone News il migrante, chiamato nell’articolo “Migrante J“, si sarebbe sdraiato in mezzo alla Statale nell’attesa che una macchina lo investisse. Malgrado i molti veicoli transitati sul tratto di strada però, nessuno si è fermato e anzi alcuni hanno persino accuratamente evitato il migrante, andandosene via come se nulla fosse.

Solo una donna, dall’identità al momento sconosciuta, ha deciso di fermarsi in soccorso di Migrante J. L’automobilista ha infatti accostato la propria vettura portando il giovane al sicuro sul ciglio della strada in attesa dell’arrivo dei soccorsi.

Un ragazzo con problemi psichiatrici

Secondo le informazioni raccolte da Crotone News, il 21enne soffrirebbe di problemi psichiatrici pregressi, probabilmente causati dalla traversata fatta per venire in Italia. Migrante J infatti non parla e non risponde alle domande dei suoi interlocutori, come se fosse isolato dal mondo e intrappolato nei traumi che ha vissuto.

Il luogo scelto dal ragazzo per togliersi la vita è inoltre a pochi passi dal centro di accoglienza per migranti di Isola Capo Rizzuto. L’ormai ex base dell’Aeronautica Mlitare da dove si presume possa essere fuggito.