Migranti, 27 persone annegano nella Manica, Johnson: fare di più

·1 minuto per la lettura
featured 1543770
featured 1543770

Milano, 25 nov. (askanews) – Francia e Gran Bretagna pensano ad un piano di azione comune dopo la tragedia nella Manica di 24 ore fa, quando 27 persone sono morte mentre tentavano di attraversare in barca il canale che divide i due Paesi. Erano partiti da Calais su un barcone che è affondato.

Il presidente francese Macron ha detto che non permetterà che la Manica diventi un cimitero. “Questo disastro sottolinea quanto sia pericoloso l’attraversamento in questo modo – ha detto il premier britannico Boris Johnson – e mostra anche quanto sia vitale intensificare i nostri sforzi per fermare il business dei criminali che mandano le persone in mare così”.

La Francia e la Gran Bretagna chiedono una risposta internazionale, europea, per contrastare il fenomeno. Le prime azioni decise dai due Paesi sono volte a fermare gli scafisti. 5 di loro, considerati responsabili dell’ultima tragedia, sono stati arrestati.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli