Migranti: Alan Kurdi salva 32 persone al largo della Libia

migranti

La nave umanitaria Alan Kurdi ha salvato decine di migranti nella notte tra giovedì e venerdì al largo della Libia. A darne comunicazione l’Ong tedesca Sea Eye attraverso un tweet: “Nella notte, la Alan Kurdi è stata avvisata di un’imbarcazione in pericolo. 32 persone sono state salvate e ora sono al sicuro, a bordo“. Secondo quanto si apprende, il salvataggio sarebbe avvenuto nei pressi della Libia.

Migranti salvati dalla Alan Kurdi

La notizia è stata lanciata su Twitter ed è stata ripresa da tutte le testate italiane. Il salvataggio sarebbe avvenuto nella notte e avrebbe interessati 32 migranti in difficoltà tra cui almeno 10 bambini e anche una donna incinta. Stando alle prime informazioni e alle pratiche di riconoscimento sbrigate a bordo dopo il salvataggio tutti avrebbero dichiarato di avere origini libiche e non è chiaro al momento da quanto tempo fossero in mare. Sono in corso i controlli per chiarire se qualcuno di loro necessiti di immediato supporto medico.

Alan Kurdi verso Lampedusa

Il salvataggio è avvenuto non senza difficoltà a causa delle condizioni del mare in netto peggioramento. Stando alle prime informazioni l’equipaggio della Alan Kurdi sarebbe intervenuto per il salvataggio in acque libiche e sarebbe poi ripartita alla volta di Lampedusa con a bordo i 32 migranti.

Salvini: “Italiani non sono scemi”

Parlando di migranti, è arrivato puntuale un post di Matteo Salvini in merito ai dati sull’immigrazione diffusi dall’esecutivo. “Il governo non perde solo pezzi, ma pensa gli italiani siano scemi visto che vanta come proprio successo il dimezzamento degli sbarchi nel 2019 rispetto al precedente. Peccato che il caso si riferisca agli 8 mesi in cui io ero ministro, mentre negli altri 4 si sono avuti solo aumenti“.