Migranti, algerino positivo al coronavirus in Sardegna

migrante positivo covid monastir

Un migrante algerino sbarcato suell coste di Sulcis, in Sardegna, dopo esser risultato positivo al Covid verrà ospitato al Centro di accoglienza di Monastir fino al termine della sua quarantena. L’Unità di Crisi ha già attivato la procedura dei tamponi per coloro entrati in contatto con il giovane.

Lo scorso aprile, anche a Pozzallo un migrante era risultato positivo al coronavirus.

Positivo al Covid: Monastir accoglie migrante

Sulle coste di Sulcis, in Sardegna un migrante algerino è risultato positivo al covid e verrà accolto nel centro di accoglienza di Monastir dove effettuerà le due settimane previste di quarantena.

Il tampone è stato effettuato all’ospedale Santissima Trinità una volta sbarcato sulle coste. Il giovane al momento sta bene, non presenta sintomi, ma dovrà comunque restare in isolamento nell’apposita struttura fino a quando non risulterà del tutto negativo.

L’Unità di Crisi Regionale ha subito attuato le procedure sanitarie del caso, facendo tamponi e controlli a coloro che sono entrati in contatto con l’algerino, compresi poliziotti e staff della struttura di Monastir.

Nuovi sbarchi

L’algerino appartiene al gruppo di 5 migranti che nella tarda serta di venerdì 12 luglio sono sbarcati nel sud della Sardegna. Il gruppetto è stato bloccato dalle forze di polizia che li hanno indirizzati verso strutture apposite per verificare al positività al coronavirus.

Due di loro sono stati bloccati dai carabinieri mentre si aggiravano all’interno del poligono di Capo Teulada, gli altri tre sono stati invece rintracciati mentre si allontanavano dalla spiaggia di Porto Pino.