Migranti: archiviazione Rackete, gip 'non regge ipotesi accusatoria'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Palermo, 23 dic. (Adnkronos) – "All'esito delle indagini non sono emersi elementi suscettibili di sorreggere l'ipotesi accusatoria nei confronti" di Carola Rackete. Lo scrive nel provvedimento di archiviazione la gip del Tribunale di Agrigento. La gip ha accolto la richiesta di archiviazione della Procura, a firma del Procuratore aggiunto Salvatore Vella e della pm Cecilia Baravelli. La Comandante tedesca della Sea watch era stata già definitivamente prosciolta dall'accusa di resistenza a pubblico ufficiale e violenza a nave da guerra dopo l'ingresso al porto di Lampedusa avvenuto il 29 giugno del 2019, quando fu arrestata.

Il nuovo procedimento riguardava la decisione di Rackete di entrare in acque territoriali nonostante il divieto di ingresso per il Decreto sicurezza firmato dall'allora ministro dell'Interno Matteo Salvini. Quindi, all'accusa di rifiuto di obbedienza a nave da guerra si era aggiunta quella di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina per avere fatto entrare sul territorio italiano i naufraghi a bordo, oltre 50, tra cui donne in stato di gravidanza e neonati.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli