Migranti, Avvocato generale Corte Ue: condannare Paesi dell'Est -2-

Loc

Bruxelles, 31 ott. (askanews) - Nel dicembre 2017 la Commissione ha a sua volta presentato un ricorso alla Corte di giustizia contro Polonia, Ungheria Repubblica ceca per essersi rifiutate di attuare i ricollocamenti di richiedenti asilo che avrebbero dovuto aver luogo nei loro territori.

Oggi l'Avvocato generale ha proposto alla Corte di constatare che, rifiutando di rispettare il meccanismo provvisorio e limitato nel tempo per il trasferimento obbligatorio dei richiedenti protezione internazionale, Polonia, Ungheria e Repubblica ceca non hanno adempiuto agli obblighi previsti dal diritto dell'Ue. (Segue)