Migranti, Bartolo: sfregio a 'Porta d'Europa' non toglie memoria

red/gci

Roma, 3 giu. (askanews) - "Non saranno di certo dei teli e del nastro, che hanno sfregiato la Porta d'Europa, a cancellare la nostra memoria. Non rappresenta degnamente i lampedusani quella sparuta minoranza che con un gesto vile ha infangato la dignità di un popolo che ha fatto onore all'umanità intera e che, malgrado le difficoltà che ha affrontato negli anni ed in special modo nell'ultimo periodo, non ha ricevuto le attenzioni e le risposte che si merita". A dichiararlo è il parlamentare europeo e vicepresidente della Commissione LIBE a Bruxelles, Pietro Bartolo (S&D) dopo l'episodio che ha preso di mira il simbolo dell'accoglienza nell'isola siciliana che nella notte è stata 'sfregiata' e coperta con sacchi neri e nastro adesivo.

"La Porta d'Europa - sottolinea Bartolo - deve tornare ad essere il simbolo di una terra per natura solidale, ma non per questo disponibile ad essere dimenticata. Lampedusa è Italia. Lampedusa è Europa".