Migranti, Bartolo: sgomento per quanto avvenuto a Samos

Gci

Bruxelles, 15 ott. (askanews) - "Leggo con sgomento la notizia dell'incendio divampato ieri sera nell'hotspot di Samos. Per fortuna non ci sono state vittime, ma otto persone sono rimaste ferite e 6 mila richiedenti asilo sono stati evacuati. Da tempo le Ong che operano sul campo denunciano le condizioni di sovraffollamento e le frequenti violazioni dei diritti umani a danno anche di minori". Così in una nota l'eurodeputato Pd, Pietro Bartolo, a proposito degli scontri avvenuti la scorsa notte nell'hotspot di Samos.

"Io stesso - aggiunge Bartolo - lo scorso luglio ho presentato un'interrogazione sulla situazione nell'isola anche sulla base delle segnalazioni della Ong Still I Rise, messe nero su bianco in un esposto penale. L'Unione europea non può permettere che violazioni di questo genere avvengano all'interno stesso dei suoi confini. La Commissione europea deve vigilare sull'uso dei fondi per l'immigrazione in Grecia. È indispensabile assicurarsi che le condizioni di vita e di accoglienza siano dignitose e che i minori, specialmente quelli non accompagnati, ricevano le necessarie tutele e protezione adeguata".

Secondo Bartolo, l'incendio della scorsa notte "è solo l'ultimo degli orrori che avvengono negli hotspot nelle isole di cui ci giunge notizia. Molti riferiscono di una situazione in peggioramento a Lesbo. Per quanto ancora - conclude - ci gireremo dall'altra parte?".