Migranti, bloccati dopo inseguimento: in 11 su un’auto

migranti trieste

Inseguimento all’alba di sabato 31 agosto a Trieste. Per diverse chilometri un’auto della Polizia di frontiera ha inseguito una Bmw a bordo della quale erano stipati 11 migranti. Il tutto ha avuto inizio attorno alle 5.30: l’auto, con targa ungherese, arrivando dalla Slovenia si è presentata al valico del Paese. La vettura avrebbe però ignorato l’alt dei poliziotti, i quali hanno dato vita all’inseguimento che ha portato al fermo di 10 delle 11 persone a bordo.

Migranti, bloccati dopo inseguimento

Una Bmw proveniente dalla Slovenia è stata fermata dalla polizia di frontiera di Trieste ignorando però l’alt. Subito è scattato l’inseguimento, durato diversi chilometri. Dopo aver ricevuto il segnale di stop per un controllo, l’auto ha inaspettatamente accelerato, mettendosi in fuga. Prontamente gli agenti sono saliti a bordo della loro auto hanno tallonato il veicolo lungo la strada del Carso triestino, fino al centro città. L’inseguimento si è concluso a Scorcola, quando l’auto si è infilata in un vicolo cieco venendo così bloccata dall’auto della Polizia. L’unico ad essere riuscito a scappare è stato il passeur, che sceso dall’auto ha scavalcato una recinzione e ha fatto perdere le tracce.

Due minorenni a bordo

A seguito dei controlli, la polizia ha scoperto che a bordo dell’auto viaggiavano 10 uomini: otto cittadini turchi, un iraniano e un afghano. Tra loro, due erano ragazzini minorenni. Scesi dall’auto sono stati scortati dagli agenti al commissariato più vicino dove hanno avuto luogo gli accertamenti personali di rito.