Migranti, Bonino: coronavirus passerà, immigrazione no (Repubblica)

Fco

Roma, 2 mar. (askanews) - "Il coronavirus passerà, l'immigrazione no". Lo dice Emma Bonino, ex ministro degli Esteri italiano, in un'intervista a La Repubblica dopo l'annuncio di Recep Tayyip Erdogan che non tratterrà più i profughi in Turchia, che ha creato un'emergenza migranti.

"È un'emergenza politica in cui i migranti non sono il problema, ma la manifestazione del problema, che è l'assenza di qualunque progetto e responsabilità di governo su un tema che impegnerà tutti gli stati europei per i prossimi decenni", sottolinea Bonino, "Il coronavirus passerà, l'immigrazione no. È cambiata la demografia del mondo, sta cambiando la demografia europea. Le aree del Nord Africa e del Medio Oriente che fino ad alcuni anni fa erano congelate da regimi autoritari risalenti alla stagione di Yalta sono esplose. Il problema è che si mette la testa sotto la sabbia per non vedere questa realtà mutata".

"Non ho idea delle cifre reali", prosegue l'ex titolare della Farnesina, "Idlib è una città popolosa, oltre che strategica. E a pesare non sono solo i numeri di Idlib. La Turchia oggi gestisce, anche per conto dell'Ue, tre milioni e mezzo di profughi che può 'inviare' da un momento all'altro sui confini europei. Abbiamo appaltato la gestione e il governo di un problema alla Turchia. Incapaci di governarlo da europei. Abbiamo dato a Erdogan il coltello per il manico".(Segue)