Migranti, Brunetta: Renzi-Di Maio ignoranti e imbroglioni

Red-Pol

Roma, 9 feb. (askanews) - "Migranti, clandestini, Triton e Dublino. Ripetendo cento, mille volte una bugia, questa non diventa verità, semmai rende semplicemente cento, mille volte più ridicolo chi la racconta. E sulla questione dei migranti Matteo Renzi sta proseguendo nell'inutile strategia dello stravolgimento della realtà. Il povero Di Maio, da ignorante patentato e insultatore di professione, si inserisce stupidamente nella presunta polemica e attacca, scopiazzando malamente il Fiorentino, il presidente Berlusconi". Lo scrive su Facebook Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.

"Il disoccupato Di Maio - aggiunge - dovrebbe solo tacere e studiare i congiuntivi. Renzi, invece, dovrebbe chiedere lumi alla sua alleata Emma Bonino sui motivi che l'hanno spinta a rivelare il vero motivo dell'invasione dei migranti nelle nostre coste. Ricordiamo tutti, infatti, l'intervista rilasciata in occasione dell'assemblea generale di Confartigianato Brescia e Lombardia orientale, e mandata in onda da Radio Radicale, nella quale la Bonino aveva dichiarato: 'Il fatto che nel 2014/2016 abbiamo chiesto che il coordinatore fosse a Roma, alla guardia costiera, e che gli sbarchi avvenissero tutti quanti in Italia lo abbiamo chiesto noi. L'accordo lo abbiamo fatto noi, violando, peraltro, Dublino'. Insomma, se i migranti in questi anni sono sbarcati solo in Italia è perché l'allora premier Renzi ha siglato un accordo con i partner Ue per gestire l'accoglienza nel Belpaese, forse per garantirsi qualche aiutino sui conti pubblici. Additando Silvio Berlusconi come responsabile della drammatica situazione che il nostro Paese vive a causa dei migranti - conclude Brunetta - Renzi e Di Maio (un grillino in giacca e cravatta che si nasconde dietro l'immunità parlamentare) affermano il falso. Ignoranti e bugiardi".