Migranti, card. Bassetti: aprire confini? Ue accolga

·1 minuto per la lettura
featured 1510427
featured 1510427

Bologna, 14 set. (askanews) – Sull’accoglienza ai profughi dell’Afghanistan occorre un'”apertura dei confini, un’apertura di un cambiamento di mentalità, una conversione”. E questo “va fatto insieme”. A chiederlo è il presidente della Cei, card. Gualtiero Bassetti, a margine di un incontro al G20 Interfaith Forum a Bologna.

“Nell’accoglienza va fatta una distinzione – ha precisato il card. Bassetti -: un conto, ed è doverosa, è l’accoglienza ad un migrante; ma l’accoglienza a un profugo perseguitato che scappa dalla guerra deve essere l’apertura del cuore, l’apertura dei confini, l’apertura di un cambiamento di mentalità, una conversione. Però va fatta “insieme”.

“L’Europa – secondo il presidente dei vescovi italiani – dovrebbe veramente far vedere quello che vale come unità europea”.

“Però non possiamo accogliere solo per un sentimento di umanità – ha precisato il cardinale -, bisogna che approfondiamo molto le ragioni dell’accoglienza, in quelle caratteristiche che ci dice il papa: non basta accogliere, se no ci si limita a dare un pezzetto di pane che può essere necessario, ma c’è da accompagnare, da sostenere e da integrare. Integrare credo che sia il verbo più forte dell’accoglienza”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli