Migranti: Casarini (Mediterranea), 'Lega disco rotto, Libia come Afghanistan e ora evacuazione'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Palermo, 8 nov. (Adnkronos) – "Il disco rotto della Lega con le solite meschine sfumature del disumano non lo voglio nemmeno commentare. Partiamo, invece, dall'orgoglio e dalla felicità di avere accolto come Paese tante donne, uomini e bambini scappati dall'inferno delle torture e delle privazioni. Questo fa dell'Italia un grande Paese e non il cinico approccio da piccola patria che ha la destra". All'indomani dello sbarco a Trapani degli 847 migranti, tra cui oltre 50 donne e 170 minori, soccorsi in diverse operazioni nel Mediterraneo centrale da Sea Eye 4 e Rise Above, il capomissione di Mediterranea Saving Humans, Luca Casarini, torna a invocare un cambio di rotta nelle politiche migratorie.

Gli arrivi delle ultime settimane e i soccorsi in mare da parte delle navi umanitarie impongono una riflessione. "E' chiaro che questi numeri – dice all'Adnkronos – segnalano ancora una volta che bisogna cambiare approccio sul Mediterraneo". Innanzitutto, occorre "rimettere in mare navi di soccorso di una missione europea – avverte Casarini -, perché non si possono lasciare da sole le navi della società civile che non possono farcela ad affrontare un livello tale". In secondo luogo bisogna puntare su "una grande operazione umanitaria di evacuazione dalla Libia, come è stato fatto per l'Afghanistan".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli