Migranti, Ciacciarelli (Lega): Fiuggi non è un campo profughi

Bet

Roma, 28 lug. (askanews) - "Ancora una volta la città termale di Fiuggi viene trattata da campo profughi del Lazio! La seconda città della regione per posti letto, seconda solo alla capitale, si ritrova infatti, di nuovo, a dover accogliere immigrati. Ne stanno arrivando 60 da Lampedusa. Zingaretti e Conte hanno davvero perso il contatto con la realtà! Con un'epidemia ancora in corso trasferiscono clandestini, di cui non sappiamo nulla, in una delle città più frequentate della nostra provincia, che dovrebbe balzare alle cronache nazionali come meta turistica e non come campo profughi! Si tratta, oltre che di un danno d'immagine, anche di estrema gravità sanitaria e sociale. Queste persone non scappano dalla guerra ma la portano in casa nostra, minando la sicurezza e la tranquillità dei cittadini. Senza contare che con il covid-19 che ancora serpeggia nel mondo, e che si sta diffondendo sempre più in Africa, molti degli immigrati sbarcati sono risultati positivi al tampone. Pertanto effettuare tutti questi trasferimenti nelle altre regioni italiane è da scellerati! Zingaretti e Conte devono lavorare per riempire gli hotel di Fiuggi di turisti non di immigrati potenzialmente infetti! On. Battisti, se ci sei, batti un colpo " Lo ha detto, in una nota, il consigliere regionale del Lazio Pasquale Ciacciarelli (Lega).

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.