Migranti, Crimi: confini Italia devono essere quelli dell'Europa

Red/Gtu

Roma, 23 set. (askanews) - "In questa giornata arrivano due buone notizie: 12mila nuove assunzioni nelle forze dell'ordine e un ministro che porta a casa risultati concreti", lo ha sottolineato Vito Crimi, viceministro dell'Interno, sottolineando: "Ho apprezzato le parole che il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese ha espresso al riguardo della questione migranti, a margine del vertice di Malta. Quando un Ministro lavora e si presenta alle riunioni con i suoi omologhi di altri Paesi, anziché sbraitare inutilmente al vento, può raggiungere traguardi importanti. L'accoglienza dei migranti deve essere un processo ampiamente condiviso in Europa".

E "i confini dell'Italia devono essere considerati confini europei e ogni sbarco in Italia deve essere considerato uno sbarco in Europa. Tutti gli Stati europei - conclude Crimi - devono fare la propria parte, affinché il peso dell'inarrestabile fenomeno migratorio non gravi solo sull'Italia. E mentre si gestisce questo fenomeno, occorre intervenire sulle cause per frenarlo, sino ad arrestarlo".