Migranti, Di Maio a Salvini: faremo più di lui, non ci... -2-

Fco

New York, 24 set. (askanews) - Ora, ha proseguito Di Maio, "io capisco il nervosismo di Salvini e della Lega, ricordiamoci sempre che lui era ministro degli Interni e ha deciso lui di buttare giù tutto. Ha deciso lui di isolarsi all'opposizione e di passare tempo a esultare perchè magari in una commissione manca il numero legale, cosa che è sempre accaduta nella storia del parlamento. Mi dispiace che si sia ridotto così e mi dispiace anche che passi il tempo a criticare questo governo perchè lui, oggi, poteva essere ancora ministro degli Interni. È lui che ha creato questo boomerang contro se stesso e contro la Lega e si è isolato all'opposizione".

"La cosa positiva", ha concluso il titolare della Farnesina, "è che sia sui ricollocamenti in altri Paesi europei sia sui rimpatri - e lo vedrete nelle prossime settimane - faremo più di lui. Ma forse non ci voleva molto...".