Migranti, Difesa: procedure consolidate per soccorso natante venerd -2-

Red/Bea

Roma, 28 giu. (askanews) - Il pattugliatore libico che ha effettuato il SAR si trovava peraltro gi in prontezza per questo tipo di operazioni nel porto di Al Khums.

La procedura seguita stata condotta nel rispetto dei protocolli previsti ed in linea con le responsabilit in capo alle autorit di soccorso competenti e riconosciute, oltre che con le dinamiche internazionali consolidate e questo ha permesso di concludere il salvataggio nel minor tempo possibile.

L'operazione di ricerca e soccorso ad opera della motovedetta libica risulta essere durata nel complesso circa 9 ore, dalla partenza allo sbarco in porto di tutto il personale salvato. La Marina Militare Italiana non conosce il dettaglio delle tempistiche di arrivo in zona, individuazione del natante, predisposizione per il recupero in sicurezza, trasbordo e transito di rientro ad Al Khums.

Si precisa, infine, che nell'area del soccorso, oltre a diverse navi civili, operavano anche navi militari di altre nazioni ed in particolare alcune navi, non italiane, che erano certamente pi vicine dell'unit militare italiana. Anche a fronte di ci, il MRCC ha ritenuto pi vantaggioso l'intervento della motovedetta libica per la rapida gestione dell'evento e il salvataggio del maggior numero di vite possibile".