Migranti: Draghi, 'integrazione o danno, senza creiamo nemici nazione'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 23 giu. (Adnkronos) – "Sulla gestione dell'immigrazione, una brutta parola che non mi piace usare, ma dobbiamo affrontare l'aspetto che probabilmente non è stato affrontato con sufficiente determinazione, che è quello dell'integrazione. Una volta entrati con flussi legali", i migranti "devono essere integrati o facciamo un danno a noi stessi, perché creiamo dei nemici della nazione". Lo sottolinea il premier Mario Draghi, nel suo intervento di replica al Senato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli