Migranti: dramma minori sbarcati soli, 'picchiato in Libia, mia mamma è morta'/Adnkronos (3)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – “Mia madre è malata, mi ha insegnato la dignità e a non chiedere mai aiuto, non la sento da 4 giorni sono sicuro che penserà che sono morto, la mia famiglia è poverissima e mia madre ha bisogno di cure mediche, devo aiutarla, non posso stare qui senza fare nulla il senso di colpa mi soffoca. Non avevo mai chiesto aiuto, ho sempre tenuto tutto dentro di me ma adesso stavo scoppiando, grazie a voi posso respirare un po’”, racconta W. 17 anni proveniente dalla Tunisia.

Federica Giannotta, Responsabile Advocacy e Programmi Italia di Terre des Hommes: “Crediamo sia davvero importante poter offrire questo servizio psicologico, perché risponde ad un’ampia gamma di bisogni molti delicati e critici che devono trovare un ascolto e una risposta professionale qualificata. È urgente che ai ragazzi sia garantita l’accoglienza in strutture con spazi adeguati, che permettano di rispettare al meglio le norme di distanziamento e protezione dal Covid19, ma anche un servizio di mediazione che consenta ai ragazzi di capire al meglio le ragioni di tali norme senza causare ulteriori ansie e preoccupazioni. Il nostro dialogo costante con il territorio e le istituzioni ci permette di portare le istanze dei ragazzi alla loro attenzione e questo ci aiuta a individuare possibili soluzioni che permettano un’accoglienza più a misura di questi ragazzi”. (di Elvira Terranova)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli