Migranti: emendamenti Palazzotto-Boldrini, no supporto Guardia costiera libica

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 14 lug. (Adnkronos) – Undici emendamenti sono stati presentati, in Commissione Esteri, dal deputato di Leu, Erasmo Palazzotto, e dalla deputata del Pd, Laura Boldrini rispetto al provvedimento per il rinnovo delle missioni internazionali che sarà votato, domani, in Aula.

La quasi totalità degli emendamenti si concentra sul ruolo della Guardia costiera libica. Gli emendamenti propongono di non autorizzare il supporto alla Guardia costiera libica (emendamento 6) e, secondariamente, ad autorizzarlo sospendendone l'operatività fino a quando non ci sarà la revisione definitiva del Memorandum (emendamento7); non sarà garantito né dimostrato dalle autorità libiche che le persone soccorse in mare non vengono riportate nei centri di detenzione (emendamento 8); il governo libico non avrà aderito alla Convenzione di Ginevra sullo status dei rifugiati (emendamento 9); il governo libico non avrà chiuso tutti i centri di detenzione per migranti (emendamento 10).

Rispetto all'operazione Irini, un emendamento proposto subordina l'approvazione alla garanzia che la missione non comprenda obiettivi di addestramento, supporto e formazione della Guardia costiera libica; che nel suo mandato sia prevista un'attività di ricerca e salvataggio; che ci sia una valutazione sulla efficacia delle attività di formazione fin qui svolte e che l'Ue avvii l'apertura di corridoi umanitari e un piano di evacuazione straordinario delle persone detenute nei campi libici.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli