Migranti, Fedriga: venga riattivato accordo con Slovenia -2-

Fdm

Trieste, 1 ott. (askanews) - "Venendo incontro alle legittime richieste dei lavoratori - ha evidenziato Fedriga - avvieremo da subito un'azione di primo controllo medico da organizzare prima della partenza di ogni viaggio del trasporto straordinario di chi è entrato illegalmente; questo per fornire degli elementi di tranquillità al personale della Trieste Trasporti che deve svolgere il servizio".

In risposta a un'altra criticità manifestata dai lavoratori, il governatore ha richiesto a Trieste Traporti, rappresentata dai massimi vertici all'incontro odierno, un potenziamento dei controlli, specialmente in certe fermate periferiche, "affinché chi non sia munito di biglietto non salga sull'autobus". Su questo tema, Roberti ha ricordato come, con la recente manovra di assestamento di bilancio, sia stato implementato lo stanziamento per l'affiancamento di guardie giurate ai controllori che operano nel servizio di trasporto pubblico locale.

Da parte sua, Riccardi ha ribadito la piena disponibilità affinché, in linea con le richieste dei sindacati, l'AsuiTs fornisca il personale medico per dare le migliori garanzie a tutela della sicurezza dei lavoratori.