Migranti: Furfaro (Pd), 'barbarie e becera propaganda da parte del governo'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 6 nov (Adnkronos) – "'Carico residuale'. Sì, il Governo ha chiamato proprio così le 35 persone che ha costretto a rimanere a bordo della nave Humanity 1: 'Carico residuale'. Come se nemmeno fossero essere umani. Barbarie che si somma alla barbarie. Perché selezionare arbitrariamente, come il ministro dell'Interno Piantedosi ha fatto, chi può scendere e chi no è non solo illegale ma cinico e disumano: "Tu sì, tu no", come se la vita fosse un gioco a premi". Lo scrive su Facebook Marco Furfaro, deputato del Pd.

"I trattati internazionali e la Convenzione di Ginevra impongono che tutti i naufraghi debbano poter sbarcare nel porto più sicuro per poter fare domanda d'asilo. Tutti, non alcuni -prosegue il responsabile movimenti e associazioni del Partito democratico-. Davvero credete che il Governo voglia "proteggere i confini" da 35 persone che hanno affrontato i lager libici?".

"Davvero credete che 35 esseri umani possano rappresentare un problema per un Paese di 60 milioni di abitanti?Quella del Governo è solo e soltanto becera propaganda sulla vita delle persone, fatta solo per distrarre gli italiani dal caro vita. Anche basta”, conclude Furfaro.