Migranti: Gasparri, 'Frontex agisca in modo più deciso su respingimenti'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 30 apr. (Adnkronos) – “La polemica su Frontex, la struttura europea che si dovrebbe occupare di sicurezza sul fronte dell'immigrazione, al di là di vicende amministrative che dovranno essere ovviamente accertate, fa capire quanto sia sbagliato e debole la politica europea in materia di clandestini". Così il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri.

"Frontex deve intensificare la politica dei respingimenti. L'Europa deve dire no alla invasione di clandestini. Altro è l'accoglienza doverosa di profughi dall'Ucraina che scappano dai bombardamenti. Invece sugli altri versanti, che riguardano gli arrivi dall'Africa e dall'Asia, si sta imponendo la politica dell'immigrazionismo, l'azione illegale di presunte ONG che aiutano i trafficanti di persone. Sulla vicenda Frontex bisogna aprire un dibattito anche nel nostro Paese, dal quale i clandestini anzi vanno allontanati. Noi, punta avanzata nel Mediterraneo, siamo i più minacciati da queste ondate di clandestini. E vorremmo semmai che Frontex agisse in maniera ancora più decisa per i respingimenti. Accusare invece questa struttura di essere troppo severa fa il gioco di chi determina le morti nel Mediterraneo causate dai trafficanti di persone".

"Frontex deve rappresentare un baluardo di legalità, chi la contesta invece aiuta gli assassini del mare. Il sangue nel Mediterraneo si moltiplica a causa di quelli che incoraggiano il crimine della tratta delle persone. Sulla vicenda Frontex dobbiamo discutere anche nel parlamento italiano”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli