Migranti, Grecia accusa: no dei Paesi Ue ad accogliere i bambini

Sim

Roma, 23 nov. (askanews) - I paesi europei hanno ignorato la richiesta della Grecia di accogliere i 3.000 minori non accompagnati attualmente presenti nelle strutture di accoglienza del Paese, "non comportandosi in modo onorevole". Questo il duro atto di accusa lanciato dal premier greco Kyriakos Mitsotakis durante il discorso tenuto in parlamento per illustrare il nuovo piano del governo sull'immigrazione.

"La nostra politica è cambiata - ha spiegato - sono stati rafforzati i controlli, sono state aumentate le guardie e la nuova legge accelererà le procedure per l'asilo e i rimpatri. Andremo incontro alle isole con il trasferimento di migranti e profughi in altre zone del Paese". (Segue)