Migranti, Grecia: fermate quasi 10mila persone al confine turco

Migranti, Grecia: fermate quasi 10mila persone al confine turco

Milano, 2 mar. (askanews) – “La frontiera è chiusa, ci avevano detto che era aperta ma era una menzogna”. La disperazione di Nejip, afgano, è quella di tutte le persone che come lui hanno cercato di attraversare il confine fra Turchia e Grecia per entrare in Europa via terra e sono stati fermati. Secondo gli ultimi numeri riferiti dalle autorità greche 10mila persone sono state fermate alla frontiera.

“I soldati greci sparano in aria, anche quando ci sono i bambini: ci prendono tutto, soldi, telefono”, denuncia quest’uomo, che si sta muovendo con tutta la famiglia e i bambini piccoli.

La situazione sta diventando sempre più ingestibile anche nel campo di Lesbo, dove ormai ci sono oltre 20mila persone, in un posto che potrebbe ospitarne 2mila. Le condizioni sono insostenibili. Una situazione sempre più tesa, anche con la popolazione locale: nella notte degli abitanti hanno dato fuoco a un centro di accoglienza sulla spiaggia, in cui venivano accolti i migranti prima di essere smistati.