Migranti, il muro sul confine greco-turco è tech

Lungo 200 km di confine tra Grecia e Turchia è stato installato un muro all’avanguardia dotato di telecamere a lungo raggio, visione notturna e sensori multipli. La rete di sorveglianza automatizzata ha lo scopo di individuare i migranti e dissuaderli dall'attraversare il confine, con pattuglie fluviali e terrestri che utilizzano proiettori e dispositivi acustici, come il rumore assordante che riproduce spari a raffica.

“Con i nuovi sistemi siamo in grado di spostare le nostre forze sul campo in maniera mirata. Con il 'cannone sonoro' e i veicoli blindati, possiamo impedire gli ingressi di massa", ha detto Dimosthenis Kamargios, capo della guardia di frontiera.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli