Migranti, Lamorgese: “Ampliare la categoria dei permessi umanitari”

luciana lamorgese permessi umanitari
luciana lamorgese permessi umanitari

Luciana Lamorgese ha dichiarato di voler affrontare la questione migranti aumentando le categorie per la concessione dei permessi umanitari. Uno degli obiettivi è infatti quello di modificare i Decreti sicurezza voluti dall’ex ministro Salvini.

Lamorgese sui permessi umanitari

La proposta va nella direzione dei cambiamenti richiesti dal presidente Mattarella a quei provvedimenti che avevano ristretto il campo dei permessi umanitari. L’idea è invece di concederne di più “per evitare quello che stava avvenendo a fine dicembre, quando abbiamo rischiato che finissero in strada migliaia di persone“. Ha poi aggiunto che l’Italia era l’unico paese a coprire il 28% di permessi umanitari sul totale a fronte di un 3-4% degli altri paesi. Come ulteriore cambiamento ai decreti emanati dal precedente governo ha anche confermato la riduzione delle multe per le Ong. Queste dovrebbero tornare all’iniziale previsione da 10 a 50mila euro.

Una menzione infine alla conferenza di Berlino del 19 gennaio 2020 in cui si auspica il raggiungimento di una soluzione politica europea per gestire i flussi libici.

Lamorgese sul caso Gregoretti

La titolare del Viminale ha detto la sua anche sul caso Gregoretti e sull’autorizzazione a procedere nei confronti di Matteo Salvini. Il suo predecessore è infatti in attesa che Giunta per le immunità voti per mandarlo a processo o rigettare la richiesta del Tribunale dei ministri di Catania. Pur avendo dichiarato che non ama entrare su questo argomento, ha ritenuto che “nessuno di noi è sottratto o può sottrarsi alle leggi vigenti. Un ex ministro va davanti al tribunale dei ministri, non ritengo di dover essere io a giudicare“.