Migranti, Lamorgese: a Malta segnali disponibilità da partner Ue

Gci

Roma, 2 ott. (askanews) - Il Summit di Malta sul tema dell'immigrazione si è svolto in un "clima di collaborazione dove ho apprezzato segnali concreti di disponibilità dei diversi partner". Lavori che si sono svolti in un clima di "autentica ricerca di intesa con una rinnovata collaborazione europea, seria, paca e costruttiva e con un approccio condiviso sulla problematica degli arrivi". Lo ha affermato il ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese nel corso di un'audizione presso le Commissione Affari Costituzionali di Camera e Senato in vista della riunione del Consiglio giustizia e affari interni di Lussemburgo del prossimo 8 ottobre e dopo il vertice di Malta del 23 settembre scorso.

"Italia e Malta - ha poi ripetuto il ministro dell'Interno - non sono più sole, siamo stati riconosciuti come le porte dell'Europa e questo non era affatto scontato. Ora - ha concluso - occorre mettere a punto e verificare strumenti nuovi che tengano conto anche degli interessi dei singoli Stati dell'Unione ma in una cornice comune".