Migranti, Lampedusa al collasso: 18 nuovi approdi

·1 minuto per la lettura

Dalla Libia e dalla Tunisia, un flusso continuo di migranti verso le coste italiane.

Salgono a 18 gli approdi che si sono registrati nelle ultime ore a Lampedusa per un totale di 608 persone sbarcate sulla più grande delle isole Pelagie.

Tra gli arrivi di domenica i migranti soccorsi sabato dalla nave di rifornimento italiana Asso Ventinove che li ha trasferiti alle autorità appena fuori Lampedusa.

Sulle ultime due "carrette del mare", partite verosimilmente da Djerba in Tunisia, c'erano 65 e 60 persone. A intercettare e bloccare le barche sono state le motovedette della Guardia di finanza e della Capitaneria di porto.

Dopo lo sbarco, i migranti sono rapidamente trasferiti al centro di accoglienza per la registrazione e il test Covid-19, prima di essere portati su navi di quarantena o inviati in Sicilia.

Finora quest'anno circa 44.000 persone hanno attraversato il Mediterraneo centrale per raggiungere l'Europa. Circa la metà è sbarcata a Lampedusa. All'hotspot di contrada Imbriacola gli ospiti presenti sono arrivati a 921, a fronte dei 250 posti disponibili.

Più di 1.100 persone sono state segnalate come morte o disperse nel Mediterraneo centrale quest'anno, secondo l'agenzia delle Nazioni Unite per la migrazione.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli