Migranti, Lega: sconfitta per l'Europa dei buonisti

Pol/Arc

Roma, 24 ott. (askanews) - "Una brutta sconfitta, oggi, per l'Europa dei buonisti del Pd, degli amici di Carola Rackete e dei porti aperti. All'Europarlamento ha prevalso il buonsenso della Lega e di chi, come noi, mette la sicurezza dei cittadini e la difesa dei confini in cima alle priorità". Lo dichiara in una nota Marco Campomenosi, capo delegazione Lega al Parlamento Europeo.

"Con il sostegno del Partito Democratico - prosegue - hanno tentato di portare avanti una risoluzione anti italiana, che avrebbe spalancato i nostri porti ai clandestini e alle ong, ma sono stati battuti: la maggioranza che doveva sostenere Ursula von der Leyen è già spaccata ancora prima di partire e il M5s, che si è astenuto, si dimostra sempre più confuso. Su tematiche così importanti l'Europa non ha le idee chiare e si conferma lontana anni luce dai problemi dalla gente: non è con i porti aperti che tanto piacciono al Pd che si risolve l'emergenza immigrazione, ma con le ricette messe in campo dalla Lega e da Matteo Salvini, con difesa dei confini nazionali, rimpatri e respingimenti. Con buona pace di chi fa il tifo per i cordoni sanitari e di chi fa manovre di palazzo per contrastare la Lega, oggi l'Europa del buonsenso ha fatto sentire la propria voce, forte e chiara".