Migranti, legale Rackete: vergognoso criminalizzare volontari

Xpa

Palermo, 18 lug. (askanews) - "Carola ha spiegato come è avvenuto il salvataggio. C'è stato l'avvistamento ed è stato diramato a tutti. Compresi i libici. Il porto più sicuro vicino era Lampedusa. Malta era più lontano e ha negato l'avvicinamento. Lei si è dirette opportunamente verso Lampedusa che è un confine europeo. Lo ha ribadito anche durante la sua dichiarazione, quanto sia importante una assunzione europea di responsabilità. Ed è proprio su quel confine europeo che vorremmo vedere un impegno di solidarietà e di attenzione al salvataggio della vita che finora non c'è stato. Delegare questo impegno ai volontari è una vergogna. E criminalizzare questo impegno è ancora di più una vergogna". Lo ha detto l'avvocato della comandante Carola Rackete, Alessandro Gamberini, incontrando i cronisti ad Agrigento al termine dell'interrogatorio dell'attivista 31enne.