Migranti, Lombardia: no aggiornamento piano beneficiari protezione

fcz

Milano, 6 mar. (askanews) - Regione Lombardia ha bocciato l'aggiornamento del "Piano Nazionale Integrazione per beneficiari di protezione". Lo riferisce l'assessore regionale alla Sicurezza, Riccando de Corato, sottolineando che anche le Regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia sono "sulla stessa posizione".

Secondo l'assessore lombardo, "tutto l'impianto del Piano Nazionale Integrazione per beneficiari di protezione internazionale adottato nel 2017 è superato dall'entrata in vigore dei Decreti sicurezza che impongono adesso una differente impostazione. Sono infatti mutati i principi dell'accoglienza concedendola solo a chi ha i requisiti per ottenere la protezione internazionale". Perciò, evidenzia ancora De Corato, "non si possono stanziare ingenti somme su chi poi non si vedrà riconosciuto alcuno status come già successo, dal 2016 ad oggi, a 211.524 richiedenti su un totale di 363.265 domande esaminate". Stessa situazione nel 2019, anno in cui "ben l'80% delle domande di protezione internazionali non sono state accolte. Questi rilievi ci confermano l'ingiustificata destinazione di risorse finanziarie statali a favore delle persone migranti, fino a che non sia stato loro riconosciuta la protezione internazionale".