Migranti, De Luca: Salvini farnetica, con lui solo fallimenti

Pol/Vep

Roma, 21 set. (askanews) - "Sulle vicende legate alla gestione dei fenomeni migratori Salvini la smetta di farneticare". Lo dichiara Piero De Luca, capogruppo Pd in Commissione Politiche dell'Unione europea. a proposito delle parole di Matteo Salvini sull'immigrazione.

"Con quale coraggio - spiega - parla ancora? In 14 mesi di assenze al Viminale e a Bruxelles, ha collezionato solo figuracce ed è emersa tutta la sua assoluta incapacità a Governare. Mentre era impegnato in tweet, dirette Facebook o drink al Papeete, la situazione è precipitata. Gli sbarchi sono diminuiti in linea con gli impegni assunti da Minniti. La politica dei porti chiusi è stata un bluff, perché a fronte di qualche sequestro eclatante di poche centinaia di naufraghi salvati dalle Ong, migliaia di migranti sono giunti sulle nostre coste con barchini e barconi di fortuna. Non solo, abbiamo aperto per la prima volta i nostri aeroporti a circa 1200 dublinanti ripresi indietro dalla Germania. Dei 600000 rimpatri l'anno neppure l'ombra, anzi trasferimenti inferiori a quelli operati dai Governi Pd. Ed ancora, nessun nuovo accordo di rimpatrio e nessun risultato sulla riforma del regolamento di Dublino. Risultati fallimentari nella lotta ai trafficanti di uomini, e addirittura un voto contrario alla creazione di 10000 nuovi agenti di guardia costiera europea sotto il controllo di Frontex per presidiare i nostri confini. Insomma solo tanto fumo e propaganda".

"Salvini ha avuto la possibilità di aiutare il Paese in questo settore e non ha fatto nulla, se non alimentare tensione e insicurezza. Oggi abbia il buon gusto di tacere ed occuparsi di altro", conclude.