Migranti, Magi: annunci ma si continua a rimandare modifiche a Dl

·1 minuto per la lettura

Roma, 31 lug. (askanews) - "Al momento la sola notizia sui decreti sicurezza è che tutto è rimandato a settembre, di nuovo non c'è altro da commentare. Si commentano infatti i testi ufficiali, depositati in parlamento o portati in Consiglio dei ministri, non l'annuncio di un accordo su un testo che non è consultabile e quindi è ancora passibile di modifiche anche profonde che questa o quella componente della maggioranza potranno proporre. A maggior ragione dopo un anno di analoghi ripetuti annunci e di proposte di legge e di emendamenti che non sono stati accolti dalla maggioranza". Lo afferma in una nota Riccardo Magi, deputato di +Europa Radicali. "Insomma, la notizia è che si rimanda tutto a dopo le elezioni di settembre, mentre dal governo registriamo solo le dichiarazione del Ministro degli Esteri Di Maio che, con una retorica tutta meloniana, vuole distruggere e affondare i barconi. Viene quindi da pensare che ancora una volta si stia usando la questione migratoria come argomento di campagna elettorale. C'è da sperare, invece - conclude Magi - che il decreto che si promette di emanare a settembre sarà davvero una radicale modifica dei 'decreti sicurezza' e non invece una normalizzazione degli stessi".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli