Migranti: Mediterranea, 'ecco come abbiamo utilizzato i 125 mila euro della Maersk' (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – "Questo trasferimento viene impiegato per pagare parte dei debiti accumulati con i fornitori, lo Stato e i lavoratori marittimi per la realizzazione delle missioni della nave Mare Jonio nell’estate/autunno 2020, che hanno portato al salvataggio diretto di 137 persone in mare, e per la sosta forzata imposta alla nave dalle ritorsioni delle Autorità dopo lo sbarco a Pozzallo del 12 settembre", dice ancora Mediterranea.

Ecco le diverse voci, "puntualmente verificate e verificabili", sulla base delle fatture saldate da Idra, come scrive Mediterranea. Ed elenca le diverse spese sostenute, dagli 8.704 euro spesi per "manutenzione ordinaria e straordinaria della nave" ai 24 mila euro per "la retribuzione del personale marittimo professionale", ai 33 mila euro per il pagamento di "tasse, contributi e sanzioni amministrative", ai 21 mila euro per le spese "di servizi portuali", ai 6 mila euro per "l'abbonamento e manutenzione connessione internet satellitare".